Link
I FIORI DI BACH E I SETTE GRUPPI – LO SCORAGGIAMENTO O DISPERAZIONE

Tanti anni fa, un medico molto singolare scoprì l’importanza e il peso della vita emozionale in relazione ai disturbi sia mentali che fisici a cui i suoi pazienti andavano incontro. Dopo questa grande intuizione, intraprese un viaggio prima di tutto interiore, e cominciò la sua ricerca, cStar Of Bethlehemhe terminò poco prima della sua morte. Nel corso del tempo, le scoperte che fece lo convinsero ad abbandonare del tutto l’approccio tradizionale della medicina e a concentrarsi solo sulla definizione delle emozioni umane, nell’ottica di trovare dei rimedi naturali e senza alcuna controindicazione che fossero in grado di riportare equilibrio nel vissuto dei suoi pazienti. Camminando incessantemente per le verdi distese dell’Inghilterra, scoprì 38 rimedi floreali, che ancora oggi, anche se è passato molto tempo, ci aiutano ad armonizzare le nostre emozioni e ci supportano se attraversiamo una fase di malattia, accompagnandoci nel riflettere sul suo significato profondo. Il nome di questo medico era Edward Bach.

Edward Bach suddivise i 38 rimedi floreali da lui scoperti in 7 grandi categorie. La prima è la Paura, la seconda è l’Incertezza, la terza riguarda l’Insufficiente Interesse Per Le Circostanze Presenti, la quarta è la Solitudine, la quinta l’Eccessiva Sensibilità Alle Idee E Alle Influenze Esterne, la sesta interessa lo Scoraggiamento e La Disperazione.

Questo gruppo abbraccia ben otto rimedi, che ci raccontano le varie sfaccettature di stati d’animo come la tristezza profonda, l’oppressione, il risentimento, la poca autostima, la non accettazione di noi stessi, e molto altro.

Una bellissima metafora che si utilizza quando si parla di Fiori di Bach è lo sbucciare la cipolla. Sbucciare la cipollaE’ proprio questo che i rimedi ci aiutano a fare, a liberarci delle emozioni che ci limitano nella nostra evoluzione e ad arrivare, piano piano, dolcemente e con i nostri tempi, al cuore del problema. Durante questo percorso ci potrà capitare di piangere, ma sarà un avvenimento del tutto naturale. Senza lacrime è quasi impossibile sbucciare una cipolla! Il pianto ci rivela l’intensità del nostro coinvolgimento emotivo.

Sbucciando la cipolla avremo la possibilità di divenire consapevoli delle caratteristiche della nostra personale disperazione, e magari potremo identificare meglio le emozioni che l’hanno generata. Basterà soltanto ascoltarla davvero.

TunnelPotremo realizzare che, dietro la sensazione di trovarci in un tunnel buio e senza via d’uscita, si nasconde un senso di colpa oppure un’inclinazione a credere di non farcela. Qualche volta potrà capitarci di scoprire che è il nostro aspetto che non ci piace, o che un particolare difetto che riteniamo di avere amplifica la nostra incapacità di agire. A volte potremo prendere coscienza di aver passato anni senza mai riuscire a riconoscere un’emozione che alla lunga ci ha danneggiato. Potremo scoprire di esserci sempre solo lamentati, senza aver mai fatto nulla per diventare responsabili della nostra vita e artefici del nostro destino.

In merito allo scoraggiamento e alla disperazione mi viene in mente una famosissima poesia di Dorothy Parker. Poetessa e giornalista statunitense del Novecento, fu tra le più argute e caustiche commentatrici dei fenomeni di costume americano dell’epoca, capace di fustigare con cinismo le debolezze, i vizi e le virtù della società del XX secolo. Puoi trovare maggiori notizie su di lei sulla sua pagina di Wikipedia.

Dorothy ParkerI rasoi son cruenti
I fiumi bagnati
Gli acidi sono virulenti
E le droghe danno i conati.
Le pistole sono fuorilegge
I gas pestilenziali
Il cappio non mi regge
Vivere è il minore dei mali.

(La traduzione è tratta dal film Dorothy Parker e Il Circolo Vizioso, con Jennifer Jason Leigh. Nella foto, Dorothy Parker da giovane).

Credo che in queste poche righe, drammatiche ma piene d’ironia, sia condensato un significato importante: alla fine vivere è l’unica soluzione. Rendersi conto che vivere è davvero il minore dei mali, ci può aiutare ad andare avanti, pensando che in fondo tutto ciò che non è vivere non ci è favorevole.

Gli stati d’animo di scoraggiamento o disperazione sono forse quelli che più di ogni altro ciLuce conducono verso l’immobilità, ci fanno ripiegare sulla nostra tristezza, sullo sconforto, e ci impediscono di vivere appieno, quindi di agire, di evolverci, di fluire con quel fiume che scorre incessantemente intorno a noi, di farci trasportare dal flusso dell’esistenza.

I rimedi per lo scoraggiamento e la disperazione sono Larch, per chi pensa spesso di essere inferiore e incapace rispetto a chi gli sta intorno; Pine, per chi si sente in colpa e si biasima continuamente; Elm, per chi si sente schiacciato e oppresso dalle responsabilità o dai troppi impegni; Sweet Chestnut, quando si pensa di aver raggiunto il limite della sopportazione; Star Of Bethlehem, per armonizzare quei traumi, anche passati, che influiscono ancora sulla nostra vita; Willow, per il risentimento che si prova quando si pensa di essere vittime di una situazione; Oak, per quelli che lottano incessantemente e si dimenticano sempre di prendersi un attimo di riposo; Crab Apple, rimedio depurativo per chi si sente poco pulito, magari a causa di una parte di sè che non riesce ad accettare. 

Se ti è piaciuto l’articolo, clicca MiPiace sulla mia pagina FACEBOOK!

Visita la pagina FIORI DI BACH E AVATAR per approfondimenti sul significato di tutti i rimedi nelle parole di Edward Bach. Visita IL GIARDINO FIORITO per le foto di tutti i rimedi. Per info sulla consulenza leggi l’articolo FIORI DI BACH – LA CONSULENZA A TORINO.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...